Design Puro

Design puro

Come tutti gli amori che si rispettino, anche il mio per il design ha delle debolezze, degli oggetti che vorrei assolutamente possedere e vivere quotidianamente e ai quali ho lasciato un pezzo di cuore…


ecco il mio personalissimo podio, diviso in arredamento ed illuminazione …

ARREDAMENTO
Luis Ghost e tutta la sua dinastia (Philippe Stark per Kartell). L’eleganza e la regalità rapportate al design moderno, è proprio il caso di dirlo! La leggerezza del policarbonato trasparente sdrammatizza i drappeggi barocchi e fa nascere un mito.

Victoria and Albert (Ron Arad per Moroso). “L’infinito in una prospettiva curva”: una scultura morbida e sinuosa che abbraccia e coccola chi si siede. Non oso immaginare come sarebbe bello addormentarsi su questo divano!

Proust (Alessandro Mendini per Cappellini). Una vera esplosione di gioia, un carnevale di colori ed emozioni: come si può resistere alla positività di questa fantastica poltrona!

ILLUMINAZIONE
Turciù (Enzo Catellani per Catellani & Smith). Non è un semplice lampadario, è un’opera d’arte senza tempo, plasmabile secondo il proprio gusto. E’ l’incontro tra creazione personale e vero artigianato italiano.

Lampada Bourgie (Ferruccio Laviani per Kartell). Come Luis Ghost sta all’arredamento, allo stesso modo Bourgie sta all’illuminazione: un’unione inconfondibile di classicità e moderna ironia.

Skygarden (Marcel Wanders per Flos). Un piccolo angolo di giardino privato che illumina la stanza. Un tocco di buon gusto che si fa notare in tutto il suo splendore! Già al primo sguardo rimango rapita!